fbpx

Come una impresa puo' valutare se accettare un lavoro oppure no ???

Una delle domande che spesso  mi viene posta è:
“E’ meglio perdere quel lavoro,quella commessa ,quella vendita , o accettare il prezzo con guadagni per noi più bassi?

costi-diretti-costi-indiretti-valutazione-preventivi

Per arrivare a questa risposta a volte importantissima per alcune imprese , che va  valutata attentamente e assolutamente caso per caso , voglio provare a dare alcune brevi indicazioni di carattere generale per cominciare a considerare  la questione.

Occorre innanzitutto ,grazie alla contabilità analitica ,stabilire se ragionare  in termini di Full Costing o Direct costing .

In azienda si può parlare di direct cost (costi diretti)  o di costi pieni  full costing ,  indifferentemente, se si hanno bene in mente le conseguenze gestionali ottenibili con l’utilizzo di una tecnica piuttosto che con l’altra.

L’importante è riuscire a capire che il prodotto assorbe una certa quantità di costi amministrativi:

Per chi non è prettamente amministrativo non sarà mai logico attribuire ,per esempio, i costi dei colleghi impiegati o dei consulenti ad un prodotto; nonostante tutto , sarà sempre giusto e valido per l’economicità dell’azienda.

A me piace il sistema a costi diretti, perché questo principio è un criterio corretto ed inattaccabile,  purchè sia chiaro che l’azienda dovrà verificare che  il margine derivante dal  direct costing  detto anche  “Primo margine”  deve essere  una percentuale o un valore  abbastanza interessante per coprire i costi fissi di struttura ,che l’azienda stessa deve sostenere.

costi-dirett-costi-indiretti-esempio

C’è da verificare  se il primo margine è utile per pagarti una fetta di costi fissi.

La valutazione è importante nel caso in cui , come  nella figura sopra , ti dovrai trovare di fronte alla decisione se accettare un lavoro che ti renda zero  (considerando i Costi di struttura) con un minimo di  margine lordo che ti ha permesso di coprire i costi fissi  oppure lasciarlo  del tutto perdere .

Alcune delle considerazioni che si possono fare sono per esempio:

a) Guadagno poco ma l’azienda si trova in un momento che è con scarso  lavoro quindi mi pago comunque i costi fissi

b) Questo lavoro ci può assicurare o fare entrare dentro un importante futuro cliente,

c)  Questa occasione può essere la prima  di una serie di vendite o servizi ,ma se fatti in grosse quantità può darmi continuità di lavoro  , quindi lo considero un investimento.

E tu cosa faresti , come ti muoveresti in una situazione simile?

Lascia un tuo commento.

============================================

Ti è interessato questo articolo?

Ricevi i continui aggiornamenti sulla gestione aziendale Iscrivendoti gratuitamente alla nostra Newsletter

Iscriviti subito e ricevi anche un Omaggio

Nome:
Email:
Rispettiamo la tua privacy e detestiamo lo spamming quanto te: il tuo indirizzo non sarà comunicato, ceduto o prestato a NESSUNO. Ogni e-mail di aggiornamento conterrà un link da cui potrai cancellarti facilmente e con un solo click.
Consenso al trattamento dei dati personali e sensibili ai sensi del T.U. Privacy (D.Lgs. 196/03).

============================================

Per rimanere aggiornato con questo blog iscriviti ai Feed RSS

Diventa Fan su Facebook alla ns. pagina “Mondo d’impresa “

Ciao Patrizio Gatti

Patrizio Gatti

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Clicca qui per avvertirmi di successivi commenti tramite e-mail. You can also subscribe without commenting.

Comments links could be nofollow free.