fbpx

Blog

Come una impresa puo' valutare se accettare un lavoro oppure no ???

Una delle domande che spesso  mi viene posta è:
“E’ meglio perdere quel lavoro,quella commessa ,quella vendita , o accettare il prezzo con guadagni per noi più bassi?

costi-diretti-costi-indiretti-valutazione-preventivi

Per arrivare a questa risposta a volte importantissima per alcune imprese , che va  valutata attentamente e assolutamente caso per caso , voglio provare a dare alcune brevi indicazioni di carattere generale per cominciare a considerare  la questione.

Occorre innanzitutto ,grazie alla contabilità analitica ,stabilire se ragionare  in termini di Full Costing o Direct costing .

Read More

Come chiedere di aderire alla Moratoria sul Credito delle imprese???

Sono rimasto un po’ sorpreso dalle  Autorevoli dichiarazioni di Corrado Passera Amministore  di Intesa SanPaolo riguardo alla percentuale di adesione da parte delle aziende ,  all’avviso comune sulla moratoria dei debiti alle piccole e medie imprese, siglato a inizio agosto tra Abi, associazioni delle imprese e governo.

come-chiedere-moratoria-credito-bancario-imprese


Read More

Come fare per valutare i costi collegati al cliente?

E’ importante  valutare la  redditività per cliente ?

profitto-redditivita-cliente-azienda

La scorsa settimana mi hanno presentato due giovani impiantisti  i quali,  3 anni fa  , hanno creato una piccola  società di impianti meccanici che lavora  per pochi clienti  su  commessa.

Mi hanno chiamato poiché in banca non riuscivano a risalire in positivo nel conto corrente e quindi si chiedevano se guadagnavano abbastanza oppure no.

Ho fatto una chiacchierata con loro e mi sono fatto dire  come gestivano gli acquisti, le vendite, e il ciclo finanziario.

Bene ,  per non dilungarmi ,dopo aver fatto una breve analisi ,  una delle problematiche riscontrate, senza entrare nel merito del ciclo finanziario,  era che i due giovani non avevano  margini a sufficienza per coprire i costi fissi  .

Per questo la piccola azienda avrebbe raggiunto il punto di pareggio gli ultimi giorni dell’anno  rischiando di andare nell’anno successivo se qualcosa fosse andato storto in riferimento alle previsioni  .

Essi non avevano un controllo gestionale e  di conseguenza non si rendevano conto quale fosse il cliente che non gli rendeva il margine necessario.

Read More

Aziende:Corsa alla Moratoria dei crediti delle banche verso le imprese

Sono molte le aziende che sperano nella riuscita della Moratoria ,infatti è iniziata la corsa delle imprese alla “sospirata ” sospensione dei crediti che le banche vantano nei loro confronti ,per  ottenere l’interruzione  del pagamento della quota capitale dei mutui o leasing finanziari per almeno 12 mesi ma anche un allungamento a 270 giorni delle scadenze riguardanti i crediti a breve.

corsa-moratoria-crediti-banche-vs-imprese

Nel caso tu fossi interessato alla Sospensione dei debiti l’invito è quello di contattare la tua  banca ,prima di tutto per sapere se ha aderito all’iniziativa, poi per avere istruzioni sul  come fare a chiedere lo slittamento delle quote capitali dei debiti.

Read More

La crisi rientra?Le banche devono "affinare" la loro "capacita' di selezione del credito"

Finalmente anche il Governatore della Banca d’Italia sembra dare un pò di segnali positivi nei confronti della ripresa dell’economia  .

ripresa-economica-finanziaria-credito-bancario
Prendo solo alcuni passaggi  , riguardanti il rapporto banca impresa, dal suo intervento fatto  al Meeting di Comunione e Liberazione  a Rimini. riportato su  http://www.asca.it

26-08-2009  – DRAGHI: ”LA CRISI STA RIENTRANDO MA LASCERA’ IL SEGNO. DOBBIAMO CAMBIARE”

===========================================
”La crisi economica e finanziaria che ha colpito l’economia mondiale negli scorsi due anni sta gradualmente rientrando”. Lo ha detto il governatore della Banca d’Italia Mario Draghi, intervenendo al Meeting  di  Rimini.

Il Governatore rileva  che ”anche sulla nostra economia l’impatto piu’ duro della crisi si sta attenuando.

Read More

Bilanci 2008-2009!Con i parametri attuali di Basilea 2 difficile ottenere credito

Può essere  positiva per una buona fetta di imprese italiane  la notizia  del 24-08-09 uscita su  http://www.asca.it .
rating-credito-bancario-basilea-2

Il comunicato  riporta l’ invito ad un ripensamento ai parametri di Basilea 2 e la successiva proposta dell Amministratore Delegato di Intesa Sanpaolo Corrado Passera, intervenuto al meeting di Rimini.

==============
(ASCA) – Rimini, 24 ago – ”Con l’arrivo dei bilanci 2008 e 2009, dare credito seguendo regole e codici sara’ ancora piu’ difficile” e un ”ripensamento” delle norme fallimentari e di Basilea 2 sarebbe positivo.

Read More

Piccola azienda:aumenta il fatturato e diminuisce la liquidita'!! E con la banca?? Seconda Parte

Continuo il racconto iniziato col post precedente della storia di una piccola impresa che chiede il credito bancario in un momento di crescita.

credito-bancario-garanzie-impresa-aumento-fatturato-diminuzione-liquidita

Allora, visto come si mettevano le cose  , quale poteva essere la soluzione???

La soluzione poteva essere la Richiesta di fido per  Anticipi su fatture.

La banca però, nella  nostra circostanza, ha posto  la condizione  che l’anticipo su fatture può essere fatto solo con notifica al cliente, il che significa in poche parole “CESSIONE DEL CREDITO

A questo punto potrebbe sembrare un’ottima soluzione c’è solo un grosso problema per l’impresa metalmeccanica e cioè che le Grandi Imprese che  le hanno dato il lavoro  rifiutano la cessione del credito.

Comunque, per proseguire  il racconto, la piccola società  ha ricevuto il rifiuto della banca per finanziare il suo fabbisogno, nonostante fosse garantita anche da un Confidi.

Unica condizione alla quale la Banca poteva concedere il fido doveva essere che i suoi clienti avessero accettato la cessione del credito.

Purtroppo come era prevedibile ed anche scritto nelle clausole contrattuali, i clienti  hanno negato tassativamente questa possibilità.

A questo punto cosa ha dovuto fare la piccola impresa?

Nonostante che la Ditta non si darà per vinta  finchè non riuscirà  ad ottenere altro credito presso altre banche, come prima soluzione ha dovuto sospendere e rinviare tutti i pagamenti che onorerà appena incassato i crediti.

Purtroppo  una lezione i titolari   l’hanno  dovuta imparare e  cioè  che  nei momenti di “Vacche  Grasse “ occorre cercare di capitalizzarsi il più adeguatamente possibile, inoltre quando si prendono contratti che non sono smobilizzabili, occorre finanziarsi proporzionatamente e per tempo con forme alternative.

Per chiudere questa prima parte del racconto in attesa dei futuri sviluppi, è  risultato fontamentale che i soci hanno capito che è vitale,  per prevedere il futuro fabbisogno  di liquidità, adottare sistemi di  pianificazione finanziaria.

Per ricevere le nostre  novità e gli aggiornamenti generali   iscriviti alla ns. newsletter

Per rimanere aggiornato con questo blog iscriviti ai Feed RSS

Diventa Fan su Facebook alla ns. pagina “Mondo d’impresa “

E tu cosa ne pensi , fammi sapere la tua opinione  !

A Cura di Patrizio Gatti
Autore di “Amministrare l’Azienda


L’articolo è stato anche pubblicato sul blog di Bruno Editore www.giacomobruno.it

Read More

Piccola impresa:aumenta il fatturato,diminuisce la liquidita'!!E la banca?? Prima Parte

Indici economici buoni- Scarsa liquidità – La storia di una piccola azienda che chiede credito Bancario.


aumento-fatturato-indici-economici-buoni-mancanza-liquidita

Una piccola società di persone, azienda metalmeccanica formata da 2 soci, 2 collaboratori ed un amministrativo part time, si è trovata tra la fine del 2008 e la metà del 2009 ad aumentare il fatturato in maniera importante per circa un 40% rispetto al precedente periodo.

Vengo chiamato  verso l’inizio di giugno 2009 e mi viene detto che, nonostante che l’azienda avesse incrementato  il fatturato, non riesce a far fronte ai pagamenti dei fornitori.

Dopo aver valutato la questione noto semplicemente che l’azienda, che continuava ad avere tanto lavoro, era economicamente sana ed aveva margini economici buoni, anzi migliori degli anni passati.

L’impresa aveva il problema di non essere finanziata adeguatamente poichè aveva preso delle commesse con grandi imprese, che sicuramente avrebbero pagato, ma con tempi lunghi spesso superiori ai 120 giorni.

Da notare che la clientela avrebbe pagato esclusivamente con bonifico bancario perciò non si potevano fare ricevute bancarie per smobilizzare i crediti.

Read More

Basilea 2-Finanziamenti- Senza Garanzie in Banca come fai??

Qualche anno fa quando si cominciava a parlare di Basilea 2 si sperava che   il ruolo delle garanzie personali

banche-garanzie-basilea-2-credito-bancario

dell’imprenditore o di terzi persone fisiche avrebbero dovuto essere  considerate sempre più marginali, privilegiando un rafforzamento dell’impresa stessa che non avrebbre avuto altro che da operare una ricapitalizzazione ed un’ottimizzazione della gestione finanziaria per potere ottenere credito a costi contenuti.

“Si sperava inoltre  in un mercato dei finanziamenti  sempre più alla ricerca  di una finanza innovativa, creativa e alternativa al finanziamento bancario classico.  ”

Ora invece con questi chiari di luna  col  credit crunch che si è creato negli ultimi mesi , senza garanzia non si  ottiene proprio un bel niente.

Non si finirà mai di parlare di Basilea 2 ?

Read More

STOP-Al Via la"Sospensione del pagamento delle rate di Mutui e Leasing"

Come era stato annunciato anche in un ns. precedente articolo sembrerebbe  che il nodo è stato sciolto

stop-ai-debiti-moratoria-12-mesi-mutui-leasing

Le banche hanno firmato l’accordo per  la  MORATORIA  – STOP dei debiti per le imprese verso le Banche per 12 mesi?

Prendo come spunto quasi integralmente la comunicazione uscita  stasera alle   ore 21:22   su www.ansa.it e per ora mi limito a riportare solo la notizia per i commenti e cosa succederà ci saranno  altri post .

Questi i capisaldi  principali del testo della moratoria dei crediti che le banche vantano nei confronti delle aziende.

Dodici mesi di sospensione del pagamento della quota capitale delle rate di mutui e leasing, ma anche un prolungamento a 270 giorni delle scadenze riguardanti i crediti a breve.

Read More