fbpx

Blog

Banche-Imprese-Commissioni:Muro contro Muro !!!

Nonostante le varie misure per combattere la crisi nel rapporto banca –  impresa non è cambiato molto.
Spesso ci troviamo di fronte a un “muro contro muro” basti vedere le decisioni unilaterali sulla commissione di massimo scoperto.
banche-imprese-muro-contro-muro

Il Decreto anti-crisi di gennaio ha stabilito la “nullità” della CMS se il saldo del conto corrente resta a debito per un periodo inferiore a 30 giorni oppure se il cliente non ha un’ apertura di credito.

Read More

Toscana:Contributi alle Aziende per Energie Alternative

A breve è previsto che la Regione Toscana presenterà il bando rivolto alle imprese, agli enti locali e alle Asl che investiranno in energie alternative.

energie-alternative-fonti-rinnovabili

Non c’è un limite minimo per accedere ai finanziamenti che potranno coprire una percentuale variabile dal 15 al 40% dell’ intero investimento .

E’ la prima parte di un progetto cospicuo che in totale ammonta a 52,7 milioni di Euro e che la Regione erogherà in due fasi temporali diverse.

Read More

Invecchiamento del magazzino aziendale! Come risolverla?

In questi periodi di crisi economica quanti saranno i casi di obsolescenza del magazzino ?

L’ invecchiamento del magazzino porta alla perdita di valore delle merci, materie prime, dei semilavorati e dei prodotti finiti

magazzino-azienda-obsolescenza-merci

Ci si può trovare con l’obsolescenza economica per i prodotti finiti quando la perdita di valore è collegata alla diminuzione della domanda dei prodotti aziendali.

Read More

Imprese: I meccanismi del controllo di gestione su commessa

Continuo  l’argomento iniziato con l’articolo “Imprese che producono su commessa? ecco 5 spunti !!!”  per arrivare  a parlare dell’importanza dell’analisi  degli  scostamenti

controllo-di-gestione-commessa-contabilita-analitica

Per  il controllo di gestione nelle imprese di solito  è stabilito un sistematico confronto tra i risultati previsti durante la pianificazione, e i risultati consuntivi.

Read More

Commissioni bancarie?Le Banche fanno il bello e cattivo tempo

Le Banche sembrano avere il coltello dalla parte del manico e fanno dunque il bello e cattivo tempo .

banche-commissioni-scoperto-conto-bello-cattivo-tempo

Ritorno sulla Commissione di massimo scoperto che secondo quanto stabilito dalla legge  2 del 28.01.2009 è applicabile  dalle banche  in alcuni casi.

Ma tu pensavi di risparmiare tutta la commissione ? Era troppo bello vero?

Read More

Banche-Imprese:Commissioni di massimo scoperto: modifiche dal Decreto anticrisi

Il Decreto anticrisi (Decreto legislativo 185/2008) ha introdotto importanti novità in materia di commissioni di massimo scoperto.
spese-banca-commissione-massimo-scoperto-decreto-anticrisi

Chiariamo che cosa si intende esattamente per CMS. Il massimo scoperto è la clausola prevista nei contratti bancari di apertura di credito (fido bancario o affidamento), che riconosce alla banca, in aggiunta agli interessi convenzionali, una percentuale calcolata sulla massima esposizione avuta sul conto corrente nel trimestre di riferimento, calcolata al tasso convenuto.

È il caso, più semplicemente, in cui un’impresa o una famiglia vanno in rosso sul conto corrente perché hanno utilizzato tutta la cifra dello scoperto, concordata con la banca, facendo quindi scattare gli interessi a debito.

Secondo la nuova norma con decorrenza 28 giugno 2009 ,le commissioni di massimo scoperto non sono più dovute alla banca (in quanto si considerano nulle) nel caso in cui il saldo del cliente risulti a debito per un periodo continuativo inferiore a trenta giorni, oppure in caso di utilizzi in assenza di fido.

Novità sicuramente importante ma non tutti potranno trarne beneficio!

Le aziende utilizzatrici di finanziamenti a breve , normalmente superano abbondantemente i 30 giorni per l’applicazione della norma, soprattutto in tempi difficili come questi, quindi la CMS non sparirà per gli utilizzatori del credito (e magari anche a tassi superiori agli attuali) ma dovrebbe quantomeno salvaguardare i “piccoli utilizzatori ” che sforano per un giorno o due.

Quali saranno invece le nuove commissioni introdotte per sostituire questa ?

E tu hai già ricevuto comunicazioni in merito

Fammi sapere le tue impressioni

A cura: Dott.ssa Alessandra Gervasi

Ufficio finanziamenti Plan Consulting

Per ricevere le nostre  novità e gli aggiornamenti  iscriviti alla ns. newsletter

Per rimanere aggiornato con questo blog iscriviti ai Feed RSS

Iscriviti alla  nostra Pagina  su Facebook


Read More

Social Network utili per le aziende? Provaci con Twitter il fenomeno web dell’anno

twitter-social-network-promuovere-link-azienda

(ASCA) – Roma, 14 mag – Un sondaggio condotto da Sophos ha rilevato che un’azienda su quattro ha subito attacchi lanciati attraverso social network. Il 63 per cento degli amministratori di sistema nutre la preoccupazione che i dipendenti condividano troppi dati personali attraverso i social network, mettendo a rischio la rete aziendale e i dati sensibili. I risultati dell’indagine indicano anche che un terzo delle aziende e’ stato vittima di attacchi di spam o malware, lanciati attraverso i social network. Il blocco dei social network sui luoghi di lavoro non e’ la riposta giusta. Sophos suggerisce cinque modi per affrontare i pericoli del social network: sensibilizzare i dipendenti, filtrare l’accesso, controllare le informazioni, rivedere le impostazioni e esaminare i siti in cerca di malware e spam. Per maggiori informazioni: www.sophos.com – (Fonte :http://it.notizie.yahoo.com )

Naturalmente ci sono i favorevoli ed i contrari soprattutto per una problematica  di privacy e poi anche di produttività per i dipendenti che navigano nei Social nell’orario di lavoro.
E’ anche vero che questi siti hanno anche scopi aziendali positivi, offrendo per esempio l’opportunità di creare contatti con clienti attuali ma anche potenziali .

Le aziende non posson fare finta che questi siti non esistano ,occorre quindi trovare una via di mezzo tra la privacy, la eventuale mancata produttività e la grande opportunità di promozione e quindi possibilità di acquisire nuova clientela.

Read More

Valutazione di Rating bancario -Se diminuisce cosa significa?

rating-credito-bancario-valutazione-banca

Prendo spunto da un commento dell’amico/lettore del ns. blog  Sergio che ha lasciato nel post

Rating-Solita azienda valori differenti in piu’ banche??? una domanda e ne approfitto per dargli una risposta

Nel suo commento egli chiede:

D:) “Da quanti punti è composta la valutazione del rating ? 10-100-1000.
Se una azienda perde due punti di rating rispetto all’anno precedente.
Cosa significa in percentuale ??”

Read More

Imprese che producono su commessa? ecco 5 spunti !!!

contabilita-analitica-industriale-commessa

Per affrontare l’argomento della produzione su  commessa ho rispolverato un articolo  pubblicato su (Amministrazione & Finanza , 1995 Ipsoa Editore” IL PROCESSO DI CONTROLLO NELLE IMPRESE CHE PRODUCONO SU COMMESSA “di Mucelli Attilio ) prendendo 5 spunti di riflessione.

  1. Nelle imprese che lavorano  su commessa, la specificità del prodotto che offrono  ha riflessi anche in sede di programmazione strategica.
  2. Un particolare fattore critico di successo consiste nel massimizzare gli elementi di standardizzazione nella realizzazione delle commesse, in modo da razionalizzare l’organizzazione e la struttura tecnico-produttiva, acquistando efficienza e quindi economicità.
  3. Gli indicatori strategici e di analisi competitiva ai quali far riferimento risentono di questa situazione. In particolare la determinazione della quota di mercato assoluta, date le dimensioni, perde gran parte della sua rilevanza, mentre assume maggiore importanza la conoscenza del tasso di crescita sostenibile dall’impresa.
  4. L’utilità informativa deriva principalmente dal fatto che l’indicatore esprime le reali possibilità di crescita dell’impresa, alla luce dei problemi finanziari collegati alla particolare distribuzione dei flussi di entrata-ricavo rispetto ai costi-uscita, tipica della produzione su commessa.
  5. L’impresa dovrebbe allora valutare la convenienza ad accettare l’ordine da parte di un cliente, sempre con riferimento a piani e programmi stabiliti in un’ottica di lungo periodo, considerando anche l’efficienza dei processi produttivi con riferimento alla totalità delle commesse in lavorazione.

—–Ma…….Attenzione—–

Read More

Euribor a tre mesi ancora giu'! Le banche italiane dovrebbero allineare i tassi all'Europa

Nuovo minimo storico l’Euribor a tre mesi su cui vengono indicizzati i mutui per l’acquisto delle case. Il tasso interbancario ha toccato l’1,237% dall’1,244% di lunedì.
Fonte: http://www.ilsole24ore.com del 19.05.09

tassi-interesse-finanziamenti-bancari

Il Ministro dell‘Economia Tremonti, nel corso del  terzo incontro imprese, banche, lavoro per affrontare l’attuale fase di crisi    chiamato  Credit and Liquidity Day     ha detto che :

Le banche italiane dovrebbero allineare i tassi di interesse a quelli europei: ed ha dato «un suggerimento» al sistema bancario italiano: «Per aumentare il proprio gradimento dovrebbero allineare i tassi a quelli europei».

In seguito , il Ministro ha anche aggiunto che i cosiddetti Tremonti bond, non servono alle banche «per rifarsi il look», ma per far funzionare meglio l’economia –Aggiunge in seguito che lo spirito dello strumento che non era migliorare i bilanci delle banche, non serviva per il look dei banchieri ma per il credito alle imprese. Forse servirebbe un certo grado di maggiore responsabilità».

******************************************

Read More