Blog

Grazie agli interessi annuali, le Banche propongono il loro nuovo Business : Il PAC per le Aziende !

Si proprio così , è nato un “nuovo” Business per le banche !!!

 

Infatti gli istituti di credito, da ottobre 2016 in poi , si sono scatenati nel proporre ai propri clienti i  PAC cioè i Piani di Accumulo  .

E’ sempre esistita  questa forma di risparmio, ma non è poi così scontato che le aziende abbraccino questo tipo di investimento, anche se spesso è un‘ottima soluzione per accantonarsi un pò di liquidità.

 

Cosa è successo per  fare aumentare la richiesta di questi prodotti finanziari ?

Read More

Con i post piu’ letti nell’anno , Ti auguro un Buon 2017 !!!

Anche per quest’anno non poteva mancare la classifica dei 5 post più letti in questo mio blog sul controllo di gestione aziendale , nel 2016 :

Eccola:

Read More

Ma Come con il Controllo di Gestione ci si puo’ emozionare ? Buon Natale 2016 !

“Ricorda, se non riesci a trovare il Natale nel tuo cuore, non potrai trovarlo sicuramente sotto un Albero ” (Charlotte Carpenter).

 

 

Ciao , volevo farTi gli auguri :

a Te che leggi gli articoli del mio blog,  a Te che sei iscritto alla mia Newsletter,  a Te che hai letto un mio ebook o hai ascoltato un mio videocorso,  a Te che sei oppure sei stato mio cliente , o semplicemente stai passando da qui anche solo per un attimo.

Già , … oggi invece di scrivere articoli sul controllo di gestione, sull’organizzazione aziendale, sull’analisi di bilancio o sulla pianificazione aziendale , sto ascoltando canzoni natalizie.

In questo clima natalizio riesco solo a scrivere questi saluti, poiché ho ricevuto delle bellissime frasi di auguri da parte di alcuni miei amici /clienti , molti dei quali conosciuti online proprio grazie al Controllo di Gestione .

Cosa c’è di speciale?

 

Read More

Interessi su interessi =Anatocismo- Regolamento degli interessi debitori. E le Banche ci sguazzano e cadono sempre in piedi !

Insieme all’estratto conto del 30 settembre 2016 i correntisti hanno ricevuto una comunicazione con informazioni riferite alla novità normative relative al nuovo regime dell’articolo 120 del Testo unico bancario (dlgs 385/1993), modificato dall’articolo 17-bis del decreto legge 18/ 2016, che è partito il primo ottobre 2016.

Le domande che mi sono state fatte al ricevimento di tali comunicazioni da alcuni clienti e lettori del blog , sono :

 

Cosa devo fare , devo inviare le comunicazioni ricevute insieme agli estratti conto, firmate alla Banca, oppure no? Cosa significa tutto questo ?

 

Visto che la scelta può essere molto delicata provo a fare un quadro della questione prendendo spunto da fonti autorevoli .

In queste comunicazioni gli Istituti di credito chiedono al correntista di scegliere se accettare o no l’addebito in conto degli interessi passivi.

Cosa prevede il Decreto legge 18/2016:

Il decreto legge 18/2016 separa gli interessi dal capitale e stabilisce, in generale, il divieto di interessi su interessi ovvero l’anatocismo .

Read More

Da Basilea 2 a Basilea 4 : Dalle porte in faccia, al cambio di direzione di alcune aziende verso le Banche!

Mentre stavo mettendo a posto alcune scartoffie , mi è ricapitato in mano un articolo del quotidiano “ La Nazione “ pubblicato nell’ottobre 2006, dove appare una mia intervista dal titolo “ Accesso al credito soltanto per meriti “.

Ho riletto l’articolo , e sono ritornato indietro di dieci anni . Ho cercato di leggerlo con distacco e devo dire che alcune cose si sono avverate e si sono rivelate corrette, ma altre invece si sono svelate poco realistiche , in quanto non è stato applicato dal sistema bancario ciò che avevo studiato e ascoltato in alcuni corsi di formazione , ed era ciò che credevo a quel tempo.

Sinceramente non prevedevo gli effetti devastanti della crisi e il comportamento discutibile che hanno applicato le Banche nei confronti delle imprese e soprattutto dei piccoli imprenditori e piccoli professionisti, chiudendo loro nel momento del bisogno, le porte in faccia, spesso contribuendo a portarli alla rovina.

Si, proprio a quegli imprenditori e quei professionisti che prima del 2008 venivano corteggiati dai funzionari bancari per aprire i conti sbf, anticipi, i fidi e i finanziamenti, sono stati invece scaricati nel peggiore dei modi quando sono diminuiti i fatturati e sono fioccati gli insoluti.

Read More

Paghi troppi Interessi ? Cosa fare per evitare di “Ingrassare” le Banche? Che indice calcolare?

Riprendo il post precedente ” Hai Troppi oneri finanziari ? Come trovare un Indice importante anche senza essere esperti !” nel quale avevo introdotto sulla base di due esempi reali quale è l’importanza di controllare l’indice di incidenza degli oneri finanziari che si calcola :

 

Incidenza Oneri Finanziari in % = (Oneri Finanziari /Fatturato ) x 100

 

Come e cosa si doveva fare per non gettare  via soldi e regalarli alle banche?

 

Per prima cosa viene logico e spontaneo dire di andare a ricontrattare le condizioni applicate dagli istituti di credito .

La questione non era impossibile , ma era abbastanza difficile, in quel momento, per entrambe le società , perché tutte e due avevano rating ai limiti della sufficienza .

Perché le aziende non avevano una buona valutazione Bancaria (Rating) ?

 

Read More

Hai Troppi oneri finanziari ? Come trovare un Indice importante anche senza essere esperti !

“Occorre partire dal sintomo (importo elevato di interessi passivi) ma serve andare a fondo del perché ci sono questi importi “

 

La scorsa primavera mi sono ritrovato in un caso aziendale simile ad uno che mi era capitato qualche anno fa.

In pratica i Titolari di due Aziende, una appartenente al settore commercio (Azienda A ), e l’altra al settore metalmeccanico (Azienda B), diverse oltre che per la tipologia del settore di appartenenza anche per dimensione e per volume d’affari, mi hanno contattato poiché si erano accorti che le loro aziende avevano troppe spese ed interessi bancari e quindi volevano diminuire quei costi che secondo loro erano notevoli .

In effetti l’importo dei costi finanziari a prima vista poteva sembrare alto, ma poi, guardando il rapporto in percentuale

 

(Oneri Finanziari /Fatturato ) x 100

 

Read More

Ti pare giusto Sprecare tempo in Azienda per coprire Inefficienze di altri ?

Un pò di tempo fa , svolgendo come docente un corso di formazione aziendale sul controllo di gestione, sono entrato anche nell’argomento del controllo del magazzino.

In seguito ad alcune nozioni sull’organizzazione del magazzino , è nata una interessante discussione tra i vari dipendenti aziendali.
L’azienda in questione gestisce un magazzino diviso in due parti poichè ha due tipolgie di centri di ricavo :

la “parte A” , che rappresenta il 58% del totale del fatturato , derivante direttamente dalla produzione tramite la trasformazione di materie acquistate e lavorate in azienda, e la “parte B ” , che rappresenta il 42% del volume d’affari derivante dalle lavorazioni affidate totalmente all’esterno .

Read More

Risparmio in Azienda scoprendo i Costi Nascosti ?

Un argomento  che può essere interessante  per ogni azienda è l’utilizzo di tecniche per trovare  i Costi della Non Qualità e di conseguenza i Costi Nascosti.

I Costi della non qualità: sono quelli derivanti da inconvenienti, da non conformità. A mio parere, troviamo il succo di questo sistema in questa definizione:

 

“Gli insuccessi interni sono il prodotto di quello che spesso viene definito “lo stabilimento nascosto”, in quanto di essi non si ha sentore all’esterno. Tuttavia l’entità di tali insuccessi e dei costi relativi è in molti casi rilevante e la loro riduzione costituisce un’occasione notevole di miglioramento del reddito aziendale ( l’oro nella miniera ) ” Carlo Baù-AldoMerico- Il Sole 24 ore Libri- Quanto costa la qualità.

 

Scoprire il sistema dei Costi della Non qualità oltre ad essere utile è anche molto gratificante e talvolta motivante anche per il personale aziendale.

 

 

Read More

Come gestire al meglio la liquidita’ con l’aiuto del Budget di Cassa !!!

Una piccola impresa metalmeccanica dall’inizio dello scorso anno , per pagare i debiti in scadenza, si trova a farsi anticipare dalla banca tutto il fatturato prodotto nel mese.

L’azienda in pratica si trova a rincorrere con fatica i fatturati .

Da un punto di vista di merito creditizio, avendo sempre avuto un buon comportamento col sistema bancario , l’impresa ha rating (valutazione) abbastanza buono.

L’ultimo anno le difficoltà per pagare puntualmente i pagamenti ai fornitori sono aumentate , inoltre la mancanza di liquidità ha creato nel titolare anche dei dubbi circa l’effettiva redditività dell’azienda.

In realtà, fortunatamente, l’azienda produceva mediamente buoni margini per ogni commessa che eseguiva, ma ogni riscossione andava a coprire uscite causate da costi per le quali l’azienda non aveva avuto tutte le entrate, in pratica c’era uno squilibrio tra il tempo di pagamento dei debiti verso fornitori e la riscossione dei crediti .

 

Read More