Il Business Plan è fondamentale per le richieste di Finanziamento!

controllo-di-gestione.budget-cashflow
Tempo di lettura: 3 minuti

Ti sei mai chiesto se il business plan serve oppure no?

 

Ti sei mai chiesto se serve solo per prendere i finanziamenti?

 

 

 

 

Circa 10 anni fa, venne da me una giovane imprenditrice della provincia di Lucca, per aprire un negozio di abbigliamento, e voleva un business plan per andare a chiedere un finanziamento.

 

Io le feci un business plan tramite il software TOP VALUE con relazione dettagliata con indici e grafici , il punto di pareggio, rating di bilancio. L’imprenditrice ne era entusiasta.

 

Sapevamo che la posizione a causa delle poche garanzie era un po’ debole, ma la Giovane andava presso l’Istituto di Credito presso il quale sia lei che la sua famiglia erano storicamente correntisti perciò  pensava di essere avvantaggiata.

Con tante speranze e pochissime garanzie, la giovane andò in banca dal Direttore. Si parlava di un finanziamento minimo di circa 30.000 euro .

Il funzionario le chiese i redditi del marito, e se i suoi genitori e i suoi fratelli  o anche i suoceri potevano garantire.

Il direttore probabilmente non educato bene alla lettura dei business plan, prese il Piano di impresa, senza neppure aprirlo, lo mise nel cassetto sulla sua destra della scrivania e fece capire che tutti quei “fogli” non servivano a niente ma contavano solo le garanzie.

La mia cliente naturalmente rimase molto male del trattamento ricevuto, ed uscita dalla Banca, decise subito di provare un’altra strada con un altro Istituto Bancario.

Col solito business plan, la futura commerciante ottenne il finanziamento per aprire la sua attività e poco dopo chiuse ogni rapporto con il suo storico istituto di credito.

In seguito a quell’episodio mi convinsi che veramente in pochi funzionari davano importanza al futuro scritto nei piani di impresa.
Ma qui si parla di 10 anni fa !!!

 

Ora però le cose son cambiate, se vai a chiedere un finanziamento anche garantito ,di importo superiore ai 30.000 euro di solito, la Banca e i Confidi PRETENDONO un Business Plan.

 

 

E attenzione non basta più basta più una breve relazione, ma serve una relazione dettagliata per capire cosa intende fare strategicamente l’azienda nei prossimi anni. Serve parlare il linguaggio dei bancari.

Sono essenziali schemi di pianificazione economica e finanziaria, budget, rendiconti finanziari, riclassificazioni dello Stato Patrimoniale Posizione Finanziaria netta, analisi del Capitale Circolante Netto, indici e cruscotti, il calcolo del D.S.C.R. previsionale e il cash flow.

Inoltre è importante inserire il calcolo del rating.

Ci saranno ancora i funzionari che prendono il Business plan e senza guardarlo, perché tanto non serve a niente, lo mettono nel cassetto?

Se anche TU hai bisogno di affrontare una richiesta di finanziamento e hai bisogno di verificare la strategia della Tua azienda con un Business plan, contattami!

:arrow: Clicca qui per  prenotare una primo colloquio conoscitivo gratuito.

Ti aspetto !!!

E tu cosa ne pensi ?

Lascia il tuo commento!

 

==================================================================

Se ti è piaciuto l’articolo e vuoi rimanere aggiornato sul Controllo di Gestione 

:arrow: Iscriviti alla mia newsletter Clicca qui  

:arrow: Clicca qui per entrare nella pagina Facebook

:arrow: Clicca qui per iscriverti al gruppo Facebook “L’imprenditore e il controllo di gestione”

:arrow: Iscriviti al mio canale YouTube  per rimanere aggiornato con i miei video 

:arrow: Ascolta i miei Podcast sul Controllo di Gestione clicca Qui 

Leave A Comment

Clicca qui per avvertirmi di successivi commenti tramite e-mail. You can also subscribe without commenting.

Comments links could be nofollow free.