fbpx

Il Nuovo Codice della Crisi di Impresa

Gli Indici per la Crisi di Impresa : Ne basta uno che non va bene per far scattare l’alert?

Se per la mia azienda, calcolo gli “indici della crisi”, cioè quelli indicati dal CNDEC e trovo un indice che non va bene, devo attivare l’allerta?

Attenzione perchè  gli indici sono solo il terzo livello di valutazione della presunzione della crisi .

I veri indicatori di rischio della crisi d’impresa sono la perdita della continuità aziendale e il Patrimonio netto negativo. ( Italia Oggi  del 25.10.19).

E’ importante la verifica continuativa della continuità aziendale . La rilevazione  dei sintomi  è sempre  da guardare  anche con indicatori qualitativi  come (controversie  tra soci, perdita di  fatturato e di clienti fondamentali, peggioramento soddisfazione del cliente etc…). Questi sono indici non  finanziari e non leggibili dai bilanci. Necessario perciò attuare controlli tramite  la Balanced Scorecard.

Obiettivo degli indici di allerta è far emergere la sostenibilità dei debiti almeno per i sei mesi successivi oltre che le prospettive della continuità aziendale.

Bisogna avere chiaro che la crisi è ipotizzabile non  appena che il patrimonio netto diventa negativo . ⁣

Poi entrano in gioco il DSCR  e  gli altri 5 indici che vedremo tra poco 

Gli  ultimi 5 indici costituiscono segnali di crisi, ma non prendono da soli rilevanza sufficiente a  fare sussistere uno stato di crisi, infatti hanno significato  solo se adoperati insieme.

Ognuno di questi indici, isolato  da solo,  ci dà solo  una vista parziale di eventuali sintomi della crisi.

Read More

A quali aziende può interessare il Nuovo Codice della Crisi di Impresa? Attenzione ai nuovi limiti per le S.r.l. !

Il Nuovo codice della crisi interessa solo alle società di capitale , oppure anche alle altre imprese???

 

L’art.2086 comma 2 entrato in vigore il 16 marzo 2019 vale per tutti gli imprenditori, grandi e piccoli, e prevede che ogni imprenditore si dovrà dotare di strumenti idonei che gli consentano una gestione profittevole ed equilibrata finanziariamente. Le Aziende dovranno in qualche modo dotarsi di strumenti che misurano la continuità aziendale.

L’Art.3 del decreto parla dei “doveri del debitore” ed impone all’ imprenditore individuale di adottare misure idonee a rilevare tempestivamente lo stato di crisi e assumere senza indugio le iniziative a farvi fronte.

Read More

Cosa cambierà tra Azienda e Banca con l’entrata in vigore del Dlgs 14-2019 sul “Nuovo Codice della Crisi d’Impresa e dell’insolvenza” ?

Dietro ogni problema c’è un’opportunità.” –  Galileo Galilei

 

In più di 20 anni che mi occupo di controllo di gestione e pianificazione aziendale non ho mai visto così tanto fermento intorno a questi argomenti .

Questo perché con il DLGS 14 del 12 gennaio 2019 c’è stato il via  al Nuovo Codice della Crisi d’impresa e dell’insolvenza”.

 

E perché si parla di Controllo di Gestione e pianificazione aziendale?

 

Read More

Il controllo del Cash Flow aziendale è sempre più fondamentale! Ecco perchè “Il fatturato è vanità. Il profitto è salute. La cassa è realtà.”




“Revenue is Vanity. Profit is sanity. Cash is reality”

“Il fatturato è vanità. Il profitto è salute. La cassa è realtà !

Questo modo di dire inglese dovrebbe diventare un Mantra per tutte le Aziende .

Questa citazione, sembra così semplice e scontata, ma nella realtà dei fatti è proprio il contrario. Le sue interpretazioni sono un po’ più profonde…

Mi capita di parlare con vari titolari e manager di aziende. La maggior parte di loro è concentrata sul conto economico e sul fatturato.

Questo ormai non basta più, infatti sono tantissime le aziende a soffrire finanziariamente.

In modo semplice provo a  dare un’interpretazione a  questo detto.

Read More

Il Nuovo Codice della Crisi d’Impresa.Come i Budget e Cruscotti con KPI possono essere utili per prevenire l’Insolvenza !

  • Attivo patrimoniale superiore a 4 milioni di euro?

  • Ricavi superiori a 4 milioni di euro ?

  • Media dei Dipendenti annua superiore a 20 ?

Se la tua azienda è una SRL e per due esercizi di seguito ha superato uno dei 3 limiti sopra descritti rientrerai nell’obbligo di avere un revisore dei conti . Questi i limiti   raddoppiati con il “decreto Sblocca cantieri”  del giugno 2019 .

Il “Nuovo Codice della Crisi d’impresa e dell’insolvenza”, che prende forma dalla Legge 155 del 2017 approvata in via definitiva con decreto dal consiglio dei ministri il 12 gennaio 2019 , è stato concepito con lo scopo di prevenire le crisi e l’insolvenza delle imprese .

La particolarità del nuovo codice, è il fatto che contiene l’introduzione della procedura diAllerta”,  rivolta a fare affiorare in via preventiva l’emersione della crisi, con l’obiettivo del risanamento dell’impresa . Nel caso ciò sia irrealizzabile, la normativa ha lo scopo di ottenere il più alto soddisfacimento dei creditori.

Read More