fbpx

Pianificazione finanziaria

Grazie agli interessi annuali, le Banche propongono il loro nuovo Business : Il PAC per le Aziende !

Si proprio così , è nato un “nuovo” Business per le banche !!!

 

Infatti gli istituti di credito, da ottobre 2016 in poi , si sono scatenati nel proporre ai propri clienti i  PAC cioè i Piani di Accumulo  .

E’ sempre esistita  questa forma di risparmio, ma non è poi così scontato che le aziende abbraccino questo tipo di investimento, anche se spesso è un‘ottima soluzione per accantonarsi un pò di liquidità.

 

Cosa è successo per  fare aumentare la richiesta di questi prodotti finanziari ?

Read More

Da Basilea 2 a Basilea 4 : Dalle porte in faccia, al cambio di direzione di alcune aziende verso le Banche!

Mentre stavo mettendo a posto alcune scartoffie , mi è ricapitato in mano un articolo del quotidiano “ La Nazione “ pubblicato nell’ottobre 2006, dove appare una mia intervista dal titolo “ Accesso al credito soltanto per meriti “.

Ho riletto l’articolo , e sono ritornato indietro di dieci anni . Ho cercato di leggerlo con distacco e devo dire che alcune cose si sono avverate e si sono rivelate corrette, ma altre invece si sono svelate poco realistiche , in quanto non è stato applicato dal sistema bancario ciò che avevo studiato e ascoltato in alcuni corsi di formazione , ed era ciò che credevo a quel tempo.

Sinceramente non prevedevo gli effetti devastanti della crisi e il comportamento discutibile che hanno applicato le Banche nei confronti delle imprese e soprattutto dei piccoli imprenditori e piccoli professionisti, chiudendo loro nel momento del bisogno, le porte in faccia, spesso contribuendo a portarli alla rovina.

Si, proprio a quegli imprenditori e quei professionisti che prima del 2008 venivano corteggiati dai funzionari bancari per aprire i conti sbf, anticipi, i fidi e i finanziamenti, sono stati invece scaricati nel peggiore dei modi quando sono diminuiti i fatturati e sono fioccati gli insoluti.

Read More

Hai Troppi oneri finanziari ? Come trovare un Indice importante anche senza essere esperti !

“Occorre partire dal sintomo (importo elevato di interessi passivi) ma serve andare a fondo del perché ci sono questi importi “

 

La scorsa primavera mi sono ritrovato in un caso aziendale simile ad uno che mi era capitato qualche anno fa.

In pratica i Titolari di due Aziende, una appartenente al settore commercio (Azienda A ), e l’altra al settore metalmeccanico (Azienda B), diverse oltre che per la tipologia del settore di appartenenza anche per dimensione e per volume d’affari, mi hanno contattato poiché si erano accorti che le loro aziende avevano troppe spese ed interessi bancari e quindi volevano diminuire quei costi che secondo loro erano notevoli .

In effetti l’importo dei costi finanziari a prima vista poteva sembrare alto, ma poi, guardando il rapporto in percentuale

 

(Oneri Finanziari /Fatturato ) x 100

 

Read More

Come gestire al meglio la liquidita’ con l’aiuto del Budget di Cassa !!!

Una piccola impresa metalmeccanica dall’inizio dello scorso anno , per pagare i debiti in scadenza, si trova a farsi anticipare dalla banca tutto il fatturato prodotto nel mese.

L’azienda in pratica si trova a rincorrere con fatica i fatturati .

Da un punto di vista di merito creditizio, avendo sempre avuto un buon comportamento col sistema bancario , l’impresa ha rating (valutazione) abbastanza buono.

L’ultimo anno le difficoltà per pagare puntualmente i pagamenti ai fornitori sono aumentate , inoltre la mancanza di liquidità ha creato nel titolare anche dei dubbi circa l’effettiva redditività dell’azienda.

In realtà, fortunatamente, l’azienda produceva mediamente buoni margini per ogni commessa che eseguiva, ma ogni riscossione andava a coprire uscite causate da costi per le quali l’azienda non aveva avuto tutte le entrate, in pratica c’era uno squilibrio tra il tempo di pagamento dei debiti verso fornitori e la riscossione dei crediti .

 

Read More

Magazzino “Gonfio” : Maggiori Utili, piu’ Vendite o meno Liquidita’ ?

Prendo spunto da un’articolo pubblicato anni fa per riprendere una tematica sempre attuale. Gli effetti della sovrapproduzione sulla liquidità e sulla gestione aziendale.

Un’azienda di produzione con circa 40 dipendenti mi ha incaricato di effettuare una analisi di bilancio con il calcolo dello scoring finanziario .

Da anni l’azienda produce una certa quantità di componenti ed ha sempre avuto i magazzini con un numero sufficiente di prodotti per soddisfare nel più breve tempo possibile le esigenze della clientela.

All’azienda non è mancato nel tempo un buon utile che ha permesso negli anni di creare un congruo capitale netto aziendale.

Read More

Davvero anche se aumenta il fatturato può diminuire la liquidita’? E con la Banca?

Una piccola azienda metalmeccanica formata da 2 soci, 2 collaboratori ed un amministrativo part time, si è trovata negli ultimi mesi ad aumentare il fatturato in maniera importante per circa un 45% rispetto al precedente periodo. Per far fronte al picco di fatturato l’azienda ricorre ad assunzioni a tempo determinato ed a collaborazioni esterne.

Al continuare dell’aumento del volume d’affari , vengo chiamato dall’Amministratore che mi dice che,

anche se  l’azienda avesse incrementato il fatturato, non riesce a far fronte ai pagamenti dei fornitori cosa che prima, quando le cose andavano peggio, riusciva regolarmente a fare .

Dopo aver valutato la questione noto che l’azienda, che continuava ad avere tanto lavoro, era economicamente sana ed aveva margini economici buoni, anzi migliori degli anni passati.

L’impresa aveva il problema di non essere finanziata adeguatamente poichè aveva preso delle commesse con grandi imprese, che sicuramente avrebbero pagato, ma con tempi lunghi spesso superiori ai 120-150 giorni.

Read More

Quali gli effetti collaterali del Capitale Proprio Negativo nelle Snc, Sas e Ditte Individuali?

E’ venuto da me l’Amministratore di un piccola azienda una società di persone, una Snc, un po’ preoccupato.

L’imprenditore di cui stiamo parlando  è una persona conosciuta e nota per la sua puntualità e serietà sul lavoro.

Egli mi ha raccontato che la sua azienda si è sempre dimostrata molto corretta nei confronti sia della banca che dei fornitori ed ha sempre onorato le scadenze.

Unica leggerezza, riconosce il titolare, è stata di essersi affidato ad una sola banca.

E’ diventata consuetudine da anni ormai , che nell’ ultimo trimestre dell’anno, la banca proponeva all’azienda un finanziamento rimborsabile in 12 mesi, che doveva servire per pagare le tredicesime e l’acconto delle tasse.

 

Read More