Il controllo di gestione e il ciclo monetario del circolante come possono darti una mano!

ciclo monetario della gestione -
Tempo di lettura: 2 minuti

🤔 Ti sei mai chiesto se le attività quotidiane come acquisti, produzione e vendite stanno finanziando bene l’azienda?

🔍 Un ottimo modo per valutarlo è analizzare il Ciclo Monetario della Gestione, che misura il tempo tra il pagamento ai fornitori e l’incasso delle vendite.

💡 Questo ciclo è importante perché coinvolge tutte le operazioni giornaliere: dall’acquisto di materie, alla produzione (che influisce sulle scorte per garantire un buon servizio al cliente), fino alla vendita dei prodotti e alla gestione dei pagamenti e delle dilazioni con clienti e fornitori.

🔎 Ci concentriamo sugli elementi del circolante direttamente legati a queste attività: crediti verso i clienti, rimanenze di magazzino e debiti verso fornitori.

📊 Questa analisi ci aiuta a capire e ottimizzare il divario tra incassi e pagamenti; ha inoltre un impatto sulla gestione dei saldi bancari.

ciclo-del-circolante

 

Prendiamo in considerazione:

  • DSO (Days Sales Outstanding): il tempo medio per incassare i crediti commerciali, calcolato come (crediti di gestione/ricavi) * 365.
  • DPO (Days Payable Outstanding): il tempo medio per pagare i debiti commerciali, calcolato come (debiti di gestione/ricavi) * 365.
  • Giacenza media delle scorte: calcolata come (rimanenze/ricavi) * 365.

🔄 Il ciclo monetario si calcola quindi: (DSO + Giacenza Media Scorte – DPO).

Un risultato positivo indica che l’incasso dei crediti avviene dopo il pagamento dei debiti, il che può essere negativo per il cash flow dell’azienda perché aumentano i crediti commerciali o le scorte.

⚠️ Questo incrementa il valore del capitale circolante, ma aumenta anche il fabbisogno di cassa. In pratica, avere più crediti o scorte può aumentare il valore delle attività dell’azienda, ma attenzione: finché non sono incassati, non rappresentano soldi liquidi. Ciò può ridurre la liquidità disponibile per le spese quotidiane.

È fondamentale avere abbastanza liquidità per coprire le necessità correnti, nonostante un magazzino pieno o molti crediti. Di conseguenza, per pagare i fornitori, è vitale finanziare adeguatamente queste operazioni, evitando il ricorso al credito all’ultimo momento.

✅ Invece, un risultato negativo indica che l’incasso dei crediti avviene prima del pagamento dei debiti, un segnale positivo per l’azienda. Significa che la gestione del circolante è equilibrata tra clienti, fornitori e giacenza media del magazzino, e che il ciclo produttivo si autofinanzia, riducendo la necessità di ricorrere all’indebitamento bancario.

E tu, controlli questi aspetti nel tuo business?

Clicca qui per  prenotare una primo colloquio conoscitivo gratuito.

=================================================================

Se ti è piaciuto l’articolo e vuoi rimanere aggiornato sul Controllo di Gestione 

:arrow: Iscriviti alla mia newsletter Clicca qui  

:arrow: Clicca qui per entrare nella pagina Facebook

:arrow: Clicca qui per iscriverti al gruppo Facebook “L’imprenditore e il controllo di gestione”

:arrow: Iscriviti al mio canale YouTube  per rimanere aggiornato con i miei video 

:arrow: Ascolta i miei Podcast sul Controllo di Gestione clicca Qui 

:arrow: Clicca qui per seguire i miei aggiornamenti su Linkedin 

Leave A Comment

Clicca qui per avvertirmi di successivi commenti tramite e-mail. You can also subscribe without commenting.

Comments links could be nofollow free.