Posts Taged analisi-aziendale

Controllo di Gestione Turbo??? Ma cosa e’ ???

Vuoi migliorare il reddito aziendale migliorando anche la tua gestione finanziaria?
Vuoi avere gli strumenti base per mettere sotto controllo la Tua Impresa ?

 

controllo-di-gestione-turbo-

 

Più volte mi sono trovato in aziende dove trovavo persone molto preparate che avevano studiato materie economiche ma che mettevano in pratica solo poco di ciò che sapevano, perchè non avevano alle spalle una metodologia, o non gli era stato insegnato un metodo per l’applicazione di ciò per cui avevano studiato, sprecando (purtroppo per l’azienda ) molte delle loro effettive capacità.

Mi sono trovato inoltre spesso imprenditori che avevano poco tempo per esaminare tutti i dati dei report che gli venivano presentati dagli incaricati, e questo li portava a non curarsi di pagine e pagine di lavoro, anche perchè a volte questi dati erano complicati soprattutto per chi non era addetto alla materia .

 

Read More

Basilea 2:Sistemi di rating=valutazione del rischio creditizio!

Con il perdurare della crisi le imprese, soprattutto quelle di piccole dimensioni, sono sempre più ossessionate dai rating e dal suo monitoraggio….

Avere un rating sufficiente per ottenere un finanziamento non è cosa semplice.

I bilanci non solo sono in “ rosso” ma spesso gli indici risultano completamente “sballati”. Le cause sono molteplici.

Cattiva abitudine di ricorrere al credito a breve, la costante capitalizzazione, la scelta di ridurre all’ osso gli utili per pagare meno tasse ma, ancora più importante, la mancanza assoluta di una cultura di pianificazione economica – finanziaria.
Il rating non è altro che un calcolo basato sull’ analisi dei bilanci, quindi se i conti non sono in ordine niente finanziamenti.

Read More

Nei settori tradizionali la liquidita' diminuisce con l’aumentare del fatturato? E' vero?

Come è possibile che nei settori tradizionali la liquidità diminuisce con l’aumentare del fatturato?Articolo di Patrizio Gatti tratto dal blog www.GiacomoBruno.it

Pur sembrando illogico, nei settori tradizionali, molto spesso la liquidità diminuisce con l’aumentare del fatturato.

Spesso i crediti verso clienti non vengono riscossi nelle tempistiche giuste o addirittura non saldati con la prontezza occorrente a pagare i debiti verso fornitori.

La redditività si riduce con l’assunzione di altro personale . Occorre altro spazio per la struttura, ed aumentano i costi fissi.
Quindi chi punta all’aumento dei fatturati dovrebbe tenere sotto controllo lo sviluppo dell’azienda tramite piani finanziari e budget.

Occorre stare attenti ai finanziamenti per l’espansione cioè non si dovrebbe mai, a mio avviso, pensare di pagare i debiti con i fatturati sperati

Se non hai le giuste risorse alle spalle nel caso in cui gli incassi non vanno come pensavi, dopo sono “dolori”. Io sono particolarmente fissato con la liquidità aziendale per me è un aspetto che un imprenditore deve curare molto attentamente.

E’ inutile lavorare tanto e non incassare o incassare male, o è un peccato andare a pagare troppi interessi alle banche poiché non è stata gestita bene la parte finanziaria.

Certo, come affrontato anche nell’Ebook “Amministrare l’Azienda”, questa affermazione può essere in parte smentita da chi ha completamente un business online dove i costi generalmente sono inferiori a quelli di un’azienda operante nei settori tradizionali e gli incassi vengono fatti prima di dare il prodotto servizio.

E tu cosa ne pensi?
A presto…

A Cura di Patrizio Gatti
Autore di Amministrare l’Azienda


Read More

Appunti sulla creazione del valore

Per far in maniera  che la creazione del valore diventi uno dei principi fondamentali della pianificazione aziendale , il Management dovrà avere la piena coscienza che tale elemento dovrà essere riferimento essenziale per ogni decisioni importante e atto a misurare il valore non unicamente a livello di Impresa , ma anche a livello di singoli e specifici business, arrivando alla determinazione e distinzione tra quelli che creano a quelli che potrebbero distruggere “Valore” .

Ogni scelta seguirà un percorso logico coinvolgendo i livelli operativi con strumenti adeguati, quale il controllo di gestione che dovrà prestare la massima attenzione al processo decisionale mediante un approccio basato sulla “pianificazione del valore” .

 

Il Controller avrà quindi la possibilità di monitorare le azioni di miglioramento evidenziando la dinamica economica.

E’ fondamentale quindi, che il Controller esegua un’analisi interna volta ad individuare le modalità di creazione di valore dell’Impresa scindendo dopo un esame del margine operativo lordo, del capitale circolante netto e del capitale fisso , fra quelle legate alla gestione dell’attivo da quelle del passivo.

Si rileverà quindi creazione di valore se:

1) il risultato degli investimenti è superiore al costo del capitale

2) il costo del capitale effettivo è inferiore al costo del capitale al momento realizzabile

Si avrà distruzione di valore se:

1) il rendimento degli investimenti è più basso al costo del capitale

2) il costo del capitale effettivo è più rilevante al costo del capitale attualmente realizzabile

Comunque l’analisi del processo di creazione di valore dell’azienda non sarà unicamente interna, che sappiamo affronta i dati storici ed i mercati finanziari, ma non trascurerà i temi clientela e concorrenza, tenendo presente tuttavia che la creazione di valore per il cliente , pure essendo necessaria , non è sufficiente a sostenerla nel tempo.

Clicca qui

Read More

L'importanza dei dati andamentali per il rating Basilea 2

L’accordo di Basilea II lascia alle banche la libertà di usare metodi di stima differenti purchè in essi siano considerati gli stessi principi di valutazione, per cui si avvicinino a risultati simili.

In questo post mi interessa farti porre l’attenzione sulle derivanti dall’andamento del rapporto bancario quindi dai dati interni del rapporto e dai resoconti ottenuti da Centrale dei rischi e CRIF

Dalle notizie ricevute, la Centrale restituisce ogni mese un flusso personalizzato, con il quale viene fornita la posizione totale a livello di sistema dei singoli clienti contenente uno scoring,

Per tutte le imprese, anche le più piccole e meno strutturate, è quindi ancora più importante evitare di imbattersi in irregolarità di condotta, investendo su tecniche di programmazione finanziaria

Read More

Strategia e pianificazione

La pianificazione è un complesso di supporti organizzativi e tecnici adatti a favorire i processi di formulazione e di attuazione delle strategie sostenendo l’impresa in una corretta allocazione delle risorse.

La Plan Consulting analizza la dinamica finanziaria dell’azienda attraverso l’analisi del punto di pareggio (break even point) e l’analisi dei costi e benefici.

Attraverso la pianificazione d’azienda ,si arriva ad un processo di riflessione della Direzione aziendale al fine di determinare gli obiettivi strategici che l’azienda intende proporsi e di conseguenza le decisioni che l’azienda deve prendere per conseguire tali obiettivi.

Aree di intervento:

· Business Plan
· Pianificazione strategica
· Risanamento e rilancio
· Organizzazione
. Formazione

II Budget

La Plan Consulting provvede a realizzare un attento modello di analisi dei costi e dei ricavi attraverso la verifica dei dati dell’esercizio economico precedente, confrontando i risultati preventivati con i risultati raggiunti ed intervenendo con consulenze specifiche e personalizzate qualora dall’analisi risultassero scostamenti significativi.

I flussi finanziari consentono di analizzare i fabbisogni di liquidità . In particolar modo, permettono una valutazione dei flussi di entrata e di uscita, informando costantemente l’imprenditore sulle decisioni strategiche e finanziarie da adottare.

Read More

L'innovazione si unisce al risparmio con l'outsourcing

Plan Consulting è in grado di fornire servizi di outsourcing che garantiscano l’efficienzae la riduzione dei costi operativi.

Il servizio consiste nella gestione dell’ufficio amministrativo dell’impresa adattandolo alle esigenze dell’imprenditore ed eliminando un costo fisso .

Il ns. servizio può far crescere una risorsa interna che se ne occupi, o soltanto ristrutturare l’ufficio amministrativo.

Esso può anche esaurirsi in poco tempo infatti permettiamo tramite la ns. formazione di acquisire al personale dell’azienda metodi efficaci ed efficienti di amministrazione che non necessitano sempre della ns. presenza .

CLICCA QUI

Read More

Controllo di gestione per fissare gli obiettivi

Il Controllo di gestione è un sistema che consente alla direzione di:

fissare gli obiettivi nella fase previsionale,attuare il programma (budget) nella fase esecutiva,verificare la corrispondenza tra realizzato e programmato nella fase di controllo.”.

Il controllo di gestione può essere definito:

1. processo direzionale il cui scopo ultimo consiste nell’influenzare il comportamento decisionale del management e si estende quindi su quasi tutti gli aspetti di chi governa un’impresa.

2. un insieme di impostazioni organizzative e di metodologie contabili ed informatiche destinate alla programmazione delle scelte aziendali tenendo di vista i livelli di efficienza ed efficacia della loro realizzazione.

3.lo studio dell’andamento gestionale delle varie funzioni aziendali nel loro svolgimento, al fine di ottenere da tutti i responsabili la massima efficienza, mettendo in evidenza gli eventuali scostamenti dei dati consuntivati mese per mese o trimestre per trimestre, risalendone alle cause dando la possibilità agli stessi responsabili di intervenire tempestivamente per correggere la gestione successiva.

Ho fatto del controllo di gestione un vero e proprio credo per il miglioramento dell’azienda.

Read More

Basilea II : L'importanza del controllo di gestione e della gestione finanziaria

A Basilea 2 va riconosciuto il merito , di aver stimolato un dibattito sui rapporti banca impresa attraverso il confronto di tutti i protagonisti, di aver centrato l’attenzione sul risk management .

La novità sta nel fatto che finora le banche avevano spesso deciso se dare o meno credito facendo a meno di conoscere l’impresa; con Basilea invece dovranno conoscerla per valutarla , pesarne le rischiosità , mettere in relazione ad essa la quota di mezzi propri da accantonare e quindi fissare il prezzo del credito.
Conoscere le imprese significa che, oltre analizzare i documenti principali per la valutazione dello scoring , il bilancio di esercizio le dichiarazioni dei redditi , anche valutare i dati qualiquantitativi ( business plan, budget economici e finanziariâ)

Dunque nel momento in cui le analisi qualitative integrano i sistemi di scoring, il sistema di controllo di gestione aziendale diventa un importante fattore decisivo e se coscientemente utilizzato,da un contributo decisivo a indirizzare positivamente le valutazioni aziendali.
Infatti:
a)la pianificazione economico- patrimoniale consente migliori scoring di bilancio
b)la gestione anticipata di tesoreria permette di gestire i rapporti quotidiani con le banche prevenendo tutte quelle situazioni cui il sistema di scoring assegnerebbe una penalizzazione.

L’importanza della gestione finanziaria :

L ‘impresa dovrà adeguare la struttura finanziaria alle nuove modalità di valutazione del merito creditizio . Lo sviluppo della “funzione finanza ” dell ‘impresa diventerà la leva portante del cambiamento e dovrà accrescere la propria importanza rispetto alle altre funzioni aziendali nell ‘ambito del processo di pianificazione strategica d ‘impresa
La gestione finanziaria non deve essere fatta occasionalmente , ma in un’ottica continuativa di lavoro

Read More

Dalla Pianificazione al controllo di gestione

Dalla Pianificazione al controllo di gestione

di Patrizio Gatti

Introduzione e concetti generali

Tale argomento ,cui molti economisti hanno dato e danno ampi e ricchi contributi, e’ fondamentale per il nuovo pensare dell’Azienda infatti  pianificare e’ prefissare gli obiettivi aziendali definendo le linee direttive per il loro conseguimento e sviluppando atti e tempi di esecuzioni delle operazioni di gestione.

Alla Pianificazione si assegnano varie funzioni quali:

aiutare il management ad individuare i problemi strategici al loro sorgere ed a formulare linee alternative di azione

favorire una piu’ corretta ripartizione delle risorse  aiutare a sviluppare le abilita’ manageriali che consentono di stabilire un percorso decisionale riducendo le sotto-ottimizzazioni, soprattutto nelle piccole Aziende in special modo quelle guidate dallo stesso imprenditore.

clicca qui per saperne di più

Read More