Posts Taged scoring

Occhio a trascurare la valutazione di Rating specialmente se prevedi di chiedere un finanziamento!!!

Una imprenditrice di nome L., titolare di un’impresa artigiana in Toscana, sta cercando di mandare avanti l’azienda di famiglia che negli anni passati ha accumulato debiti, soprattutto a breve termine verso le banche,(fidi utilizzati di conto corrente), e verso i fornitori.

Negli ultimi anni la Società di L. ha invertito la tendenza passando dall’avere una leggera perdita dell’1% sul volume d’affari ad avere un utile netto del 3 % sul fatturato.

L’imprenditrice mi chiama e mi chiede aiuto poiché si rende conto che i debiti si fanno sempre più pressanti.

Faccio un analisi dei bilanci , e vedo che gli indici di solvibilità hanno un risultato negativo.

Per esempio l’indice di liquidità secco o acid test, dal quale si vede se l’azienda è in grado di far fronte in ogni momento ai debiti a breve con le sole liquidità facilmente realizzabili, che dovrebbe essere almeno 0,7-0,8 , nel nostro caso era 0,4.

Read More

Attento al tuo Rating! Se non lo tieni sotto controllo potrebbe CostarTi troppo !!!

Alla fine del mese di maggio 2012 sono stato ricontattato, dopo anni , da un mio cliente al quale avevo fatto nel 2007 una analisi del bilancio con relativo rating .

Al tempo dell’analisi il cliente aveva uno scoring di bilancio buono ed aveva in banca un punteggio andamentale discreto. Le banche quindi anche per il fatto che il cliente si è sempre comportato correttamente ed aveva personalmente dei buoni patrimoni, hanno affidato adeguatamente la sua Società .

Read More

Rating-Solita azienda valori differenti in piu' banche???

Continuo volentieri con le risposte alle domande che alcuni amici lettori iscritti alla newsletter mi hanno inviato .

Ora è la volta di rispondere ad Alvaro Cannito riporto  qui in parte quanto scritto nella sua e mail :
“In riferimento alla rilevazione dello “scoring” e del “rating” ai   fini del merito creditizio, non vi è uniformità da parte delle banche  nel considerare i medesimi parametri. E così, capita, che alla
piccolissima azienda vengono attribuiti valori (giudizi, pesi, etc)  differenti a seconda dell’Istituto Bancario che ha analizzato i  bilanci della medesima. Non ritieni che tutto questo sia paradossale?”



rating-score-punteggio-basilea2


Nel caso in cui ci fossero valutazioni notevolmente differenti nello scoring di bilancio tra uno Istituto ed un Altro , in effetti il tutto potrebbe essere preso in esame,  e  il caso  potrebbe anche essere giudicato paradossale .

Tuttavia l’accordo di Basilea II lascia alle banche la libertà di utilizzare metodi di calcolo differenti purche’ in essi siano considerati gli stessi principi di valutazione, per cui si avvicinino a risultati simili.

Ciascuna banca valuterà l’impresa secondo dati completi, oggettivi, documentati e storici.

Pertanto, è altamente probabile che un’impresa possa essere inserita dalla banca X nella classe di rating BBB + e nella banca Y nella classe A-

Per l’ ‘assegnazione del Rating assumono rilevanza il tipo di informazioni ottenute dalle imprese che possono essere di tipo quantitativo o qualitativo.

Con le informazioni quantitative (dati scritti e documentati rivolti al passato) si calcolano :
· il punteggio (scoring) di bilancio determinato da bilanci, rendiconti finanziari e dichiarazioni dei redditi
· lo scoring andamentale che viene calcolato dall’evoluzione del rapporto bancario , dalla Centrale Rischi. e CRIF.
Con le informazioni qualitative si calcola lo scoring derivante da dall’esame del business plan e/o dal budget, da notizie sull’azienda e sul suo management, organizzazione e sistemi di controllo gestionali, grado di innovazione etc…

Quindi diventa anche importante l’autovalutazione  del merito di credito in modo da andare in banca e sapere come  e sino a dove si può arrivare a chiedere finanziamenti .

Inoltre per l’eventuale diversità di punteggio , gioca la diversità dello scoring interno che ogni banca dà sull’utilizzo del rapporto bancario.

A volte basta un insoluto a penalizzare una banca quindi nella Banca A abbiamo un rating inferiore che nella Banca B  dove non abbiamo ricevuto insoluti.

A cura di Patrizio Gatti

E tu cosa ne pensi, lasciami un tuo COMMENTO

Per ricevere le nostre  novità e gli aggiornamenti   e suggerirci un argomento che ti piacerebbe vedere trattato nel blog iscriviti alla  newsletter

Per rimanere aggiornato con questo blog iscriviti ai Feed RSS

Read More